07 nov 2012

Datura (Ps3)




Un’esperienza forse non “allucinogena” come suggerito dal titolo ma decisamente pregnante e coinvolgente. Datura si allontana molto dal precedente esperimento Linger in Shadows e conferma una certa evoluzione stilistico-concettuale di tutto il team Plastic. Se infatti si temeva una sorta di tech-demo fine a se stessa, un’accozzaglia di scene insensate o addirittura un titolo ad uso e consumo del controller Move, la nuova creatura del team polacco trova la sua forza proprio nell’espressività, nella coerenza e nel messaggio di fondo del progetto. Fruibile anche con un normale pad, Datura offre al giocatore un micromondo da incubo che strizza l’occhio a Myst, dove i semplici enigmi, la blanda esplorazione ed i simpatici gimmick del motion control vengono totalmente spazzati via da un immaginario potente ed emozionante, da una serie di situazioni estreme da vivere col fiato sospeso e con la prontezza di riuscire a fare la cosa giusta per sopravvivere.. o per un bene superiore. Datura è più della somma delle sue parti: un’opera forse ludicamente carente ma con ben altri meriti.



Pro:
-Molto coinvolgente ed immersivo
-Sorprendente, accattivante e rigiocabile
-Splendida colonna sonora


Contro:
-Controlli migliorabili
-Breve e con enigmi semplici
-Qualche piccolo bug



Punto di vista: Consigliato a chi ama le atmosfere oniriche ed inquietanti: in tal caso aggiungete un punto. Se i controlli lenti e l'interazione limitata non fanno per voi toglietene due.

Prezzo ideale: 6 Euro


Voto: 7/10













Nessun commento:

Posta un commento